Franco Bertoli

Tab1 descrizione
Una vita trascorsa a cercare l’eccellenza per me da atleta e per le mie squadre da allenatore e dirigente, usando l’arte del Coach Maieutico che sa “tirar fuori” il meglio, riducendo al minimo le “interferenze” dell’inner game o gioco interiore che ci frena nella prestazione, fanno si che vi possa  supportare a sviluppare tutto il grande “potenziale” che siete. Essere un Professional Coach per me significa unire i puntini della mia esistenza e con gioia essere il “Socrate” che sa di non sapere e con delle semplici domande libera il potenziale inespresso e massimizza la prestazione di chi sceglie di allenarsi mentalmente con me. Preparazione fisica, tecnica, tattica sono tutt’oggi il perno della maggior parte della formazione di un allenatore sportivo. Io sono invece convinto fermamente che prima di tutto ci si debba preoccupare dell’allenamento “mentale” dell’atleta, senza la sua totale presenza, partecipazione, motivazione all’obiettivo da raggiungere si sviluppa solo in parte il potenziale fisico, tecnico e tattico dello stesso.


Lo stesso vale per il leader di gruppi in azienda che se non allena il potenziale del  suo team dal punto di vista del supporto di concentrazione, partecipazione e motivazione al piano d’azione per raggiungere l’obiettivo starà sempre al di sotto dell’eccellenza. L’amore che nutro per lo sviluppo del potenziale dell’essere umano mi hanno portato allo studio di me stesso attraverso scienze antiche di Numerologia Pitagorica e dei colori di Aura-Soma.

La Numerologia è uno strumento che ci permette di sviluppare il potenziale e l’intuizione, è utile a chiunque sia interessato all’arte della cura, agli affari, alle scelte di carriera, poiché è un mezzo attraverso il quale possiamo ricontattare le nostre memorie più profonde e vedere lo schema della nostra vita. AURA-SOMA è colore. Il colore è lo specchio in cui la consapevolezza si riflette. Lavorare con i colori significa lavorare con la consapevolezza per risvegliare il potenziale più grande che si trova in noi.

La mia storia professionale. Soprannominato "Mano di Pietra" per la potenza in attacco, nato a Udine il 29 Aprile 1959. La maglia gialloblu di capitan Bertoli numero 4 di Modena è stata ritirata. Schiacciatore, cresciuto sportivamente tra Udine e Padova, città dove esordì in Serie A con la maglia della Dermatrophine nella stagione 1976-77.Andò poi a vestire la maglia di titolare nel glorioso CUS Torino di Silvano Prandi, con cui vinse tre scudetti (1978-79, 1979-80, 1980-81) e la prima storica Coppa dei Campioni vinta da una squadra non proveniente dall'Europa dell'Est (1980).Nella stagione 1983-84 fu ingaggiato da un'altra storica formazione della pallavolo italiana degli anni ottanta, la Panini Modena, il cui posto di allenatore fu occupato, a partire dalla stagione 1985-86, da Julio Velasco. Dopo le prime vittorie in Coppa CEV (1984, 1985), Coppa delle Coppe (1986) e Coppa Italia (1984-85, 1985-86), la squadra di Bertoli inanellò una serie di quattro scudetti consecutivi (1985-86, 1986-87, 1987-88, 1988-89) che, sommati ai tre di Torino, rendono ancora oggi Bertoli uno dei giocatori più titolati della pallavolo italiana. A Modena vinse ancora la Coppa Italia 1988-89 e la Coppa dei Campioni 1990; per la potenza delle sue schiacciate fu soprannominato "Mano di Pietra".Nel 1990 si trasferì da Modena al Mediolanum Milano del Presidente Berlusconi con cui vinse una Coppa delle Coppe e un Mondiale per Club e che guidò alla finale scudetto nel 1992-93. Chiuse la carriera dopo aver disputato il 19mo campionato in Serie A1 italiana di pallavolo maschile 1993-1994 come settimo giocatore con la Daytona Modena, vincendo ancora la Coppa Italia a Perugia in final four contro Maxicono Parma e Mediolanum Milano. Nazionale Olimpionico a Mosca nel 1980 e medaglia di bronzo a Los Angeles 1984 prima medaglia alle Olimpiadi della pallavolo italiana. Premio di "Mister Europa" come miglior giocatore agli europei di Berlino nel 1983 dove l'Italia arrivo quarta solo per differenza set. Uno dei primi grandi pallavolisti italiani degli anni Ottanta,allenato da Anderlini in nazionale Juniores e da Pittera, Prandi, Pavlica e Skiba nella seniores. Esordì in azzurro l'11 maggio 1980 a Zagabria nell'ex Jugoslavia. Da Capitano di quella Nazionale di pallavolo contribui all'ascesa di quella che divenne poi, con l'avvento della cosiddetta "generazione di fenomeni", una delle più forti squadre del mondo. 219 presenze in nazionale e vinse anche un oro ai Giochi del Mediterraneo di Rabat nel 1983. Scelse di chiudere con l'Italia nel 1988 per dedicarsi unicamente alle squadre di club.

Allenatore e dirigente
Direttore Generale della Daytona dal 1994 al 2000 conquistando Scudetto,Champions,Coppa Coppe e Coppa Italia.Allenatore in Serie A1 italiana di pallavolo maschile: 1996-97 Campione d'Italia d'Europa e della Coppa Italia con la "LAS Daytona" di Modena; 1999-2000 in finale play off scudetto con "CASA MODENA" di Modena persa a Roma contro la PIAGGIO; 1999-00 allenatore a Roma con la "Ford per il bambin Gesù" terzo in final four a Parigi in Champions.Attualmente unico ad aver conquistato Scudetti, Coppe Campioni(Champions) e Coppe Italia nei tre ruoli di giocatore, allenatore e dirigente per un totale di 9 Scudetti, 5 Champions, 8 Coppe Italia. Capitano e campione d'Europa 2009 della Nazionale di volley Masters over 50; Commentatore di eventi sportivi per SKY Sport dal 2001alle Olimpiadi di Londra 2012; Marketing Director del Comitato Organizzatore Locale di Modena per il Mondiale maschile di Volley 2010.Nel 2012 è allenatore della Carige Pallavolo Genova, squadra che milita in serie A2, per condurla nell'ultima giornata di campionato e nei successivi play-off promozione.

Carriera Politica
Presidente del CONI  Provinciale di Modena dal 2002 al 2012. Nel 2010 si candida come rappresentante della società civile per il Partito Democratico al Consiglio Regionale dell'Emilia-Romagna. Docente Scuola di Specialità di Medicina dello sport Università di Modena e Reggio Emilia. Delegato Nazionale CONI per i sani stili di vita.

Professional Coach, coordinatore e responsabile della Divisione Sport di Incoaching dal 2014.

Teacher in Numerology, Dip. CSN. AIN. Presso la “Connaissance School of  Numerology” dal 2012.

Aura-Soma Colour-Care Sistem Coach dal 2014.

gallery

Franco Bertoli
Franco Bertoli
Franco Bertoli
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner